Ambiente

Il Sito di Importanza Comunitaria “Giara di Gesturi” è incluso nella regione storica della Marmilla, un’area vasta, per lo più pianeggiante, intercalata da colline morbide, rispetto alle quali segna una cesura forte il contorno netto degli altopiani di origine vulcanica chiamati localmente “giare”. Il territorio è segnato dal corso del Flumini Mannu, che nasce dal Tacco del Sarcidano e riceve le acque del Rio Murera e dei torrenti che giungono dalla Giara di Gesturi.

Si suole distinguere la Bassa dall’Alta Marmilla. La prima, prevalentemente collinare e subpianeggiante, si sviluppa a partire dalla Giara di Gesturi, arrivando a toccare le pianure del Medio Campidano a Ovest e gli invasi del Mulargia e del Medio Flumendosa a Est. Il territorio dell’Alta Marmilla, caratterizzato da una variabilità geomorfologica più marcata, comprende invece le aree a Nord Ovest della Giara, lambendo il rilievo del monte Arci che la separa dal Campidano di Oristano.

Le Giare di Gesturi, Siddi e Serri, costituiscono l’elemento paesaggistico dominante e gli ambienti di maggiore interesse naturalistico della regione. La prima, compresa nei territori di Tuili, Gesturi, Genoni e Setzu, si estende su una superficie di 42 Km². La sua genesi si deve all’espandimento di antiche eruzioni di lava che, raffreddandosi, si consolidarono nella forma attuale, livellata a circa 500-600 m di altitudine. Sul vasto tavoliere si riconoscono ancora i piccoli coni vulcanici di Monte Zepparedda (609 m) e Zéppara Manna (580 m). Le terre circostanti, non protette dalla copertura della roccia effusiva, si abbassarono rispetto al livello di questa, lentamente erose dall’acqua e modellate dagli agenti atmosferici. La particolare conformazione è all’origine dell’isolamento naturale della Giara, al quale si deve lo sviluppo di un patrimonio floro-faunistico di straordinaria ricchezza. Sono soprattutto l’eccezionalità di tali caratteristiche e il rilevante valore scientifico e naturalistico degli habitat, che hanno portato alla considerazione di quest’area come Sito di Importanza Comunitaria (SIC).

Tra gli elementi di maggiore interesse dell’altopiano sono i paùlis, leggere depressioni del terreno nelle quali d’inverno si raccoglie l’acqua piovana. Li si trova soprattutto in vicinanza dei due rilievi d’origine vulcanica che interrompono la natura pianeggiante della Giara. Hanno per lo più estensione modesta e vita breve; non di rado, tuttavia, mostrano dimensioni considerevoli e conservano le proprie acque per l’intera durata dell’anno (è il caso dei due Pauli Maiori di Tuili e Genoni). La loro distribuzione nel grande tavolato contribuisce a definire un biotopo essenziale per la vita di numerose specie vegetali e animali e, per questo, sono considerati dalla Unione Europea “habitat di interesse comunitario”. Alla presenza dell’acqua è legata la rilevanza, sotto il profilo naturalistico, di alcune emergenze sparse nel territorio del SIC: sono assai numerose le sorgenti, le più importanti delle quali sgorgano sotto il ciglio roccioso della Giara. Solo nel territorio di Assolo meritano menzione quelle di Funtana Carusa, Mitza Cabirada, Mitza Masoni, Sinnigas, Mitza su Truncu, Mitza Masoni Crabaxius, e Sa Stiddiosa, conosciuta per la qualità delle sue acque. Pure numerosi i siti di grande interesse geopaleontologico, basti citare tra i molti quello di Duidduru, nel territorio di Genoni, e quello di Muru ’e Cubeddu, un colle a Ovest dell’abitato di Nureci, dove la concentrazione di fossili è tra le più notevoli del Mediterraneo e documenta gli eventi geologici che hanno interessato questa parte dell’Isola.

Approfondimenti

Tra i beni paesaggistici compresi nel territorio del SIC della Giara di Gesturi, quello rappresentato da

I paùli sono lievi depressioni del terreno nelle quali l’acqua piovana si raccoglie e si conserva per gran parte dell’anno; i principali sono circa una trentina e occupano una superficie di 120 ettari, pari a circa il 2 percento dell’intero territorio della Giara.

Oltre che per le peculiarità geologiche, archeologiche e faunistiche, l’ambiente della Giara di Gesturi riveste un grande

Il ciglio della Giara presenta a tratti un andamento rettilineo, interrotto da rientranze più o meno profonde corrisponde

Nelle rocce di questo sito, già frequentato alla fine dell’Ottocento dai cercatori di fossili, è custodita la storia geol

I cavallini della Giara (Equus caballus giarae), presenti da tempo immemorabile tra le sugherete e i paùli dell’al

Ai piedi della Giara di Gesturi, nel territorio comunale di Sini, si trova il Parco Comunale di Cracchera

La Scala Seremida è un sentiero che consente di superare i bruschi pendii della Giara di Gesturi

Il patrimonio geologico e paleontologico del territorio comunale di Nureci riveste, in virtù della sua importanza a livel

Pagine correlate