Come arrivare

Le comunicazioni - In posizione defilata rispetto alla strada statale n. 131 “Carlo Felice”, il territorio della Marmilla ha nella strada statale n. 197 (che si dirama dalla stessa “Carlo Felice” a breve distanza da Sanluri) l’arteria principale della propria viabilità, che garantisce da una parte il collegamento della regione con il territorio guspinese, mentre dall’altra risale in direzione Nord Est verso il Sarcidano, confluendo nella statale n. 128 “Centrale Sarda” all’altezza di Nurallao. Il resto dei collegamenti nella regione è assicurato da una rete di strade provinciali efficiente, che interessa i territori dei vari comuni. Il panorama delle comunicazioni interne soffre l’assenza di collegamenti ferroviari: gli spostamenti sono dunque vincolati all’utilizzo di autolinee pubbliche o mezzi di trasporto privati.

Come si arriva - L’area individuata dal SIC della Giara di Gesturi si raggiunge facilmente percorrendo la strada statale n. 131 “Carlo Felice” sino al bivio per Villamar (all’altezza di Sanluri), imboccando quindi la statale n. 197 per proseguire sino a Gesturi e Nuragus. Lungo la stessa statale n. 197 si incontrano la provinciale n. 16 (all’altezza di Nuragus), percorrendo la quale si raggunge Genoni; la provinciale n. 35 che tocca Gonnosnò e Albagiara; la provinciale 46, per Baradili (collegato a Genuri da una strada comunale). Abbandonando la statale n. 197 all’altezza di Las Plassas, si può proseguire sulla provinciale n. 45, che tocca Tuili e proseguire lungo la provinciale n. 44, alla quale Setzu è collegato tramite una breve bretella.

Per giungere ad Assolo, Sini e Nureci, si può lasciare la statale n. 131 all’altezza di Uras, per imboccare la statale n. 442, alla quale i tre paesi sono collegati da brevi strade di raccordo.

Gli accessi alla Giara - Si può accedere alla Giara dal territorio comunale di Genoni, Gesturi, Tuili e Setzu. Da Gesturi, in particolare, è possibile percorrere la strada (via la Giara) che parte dall’abitato e dopo pochi chilometri arriva all’altopiano.
Per chi desideri raggiungere l’altopiano a piedi, è consigliabile percorrere una delle tante scalas che si trovano alle pendici del rilievo. Le più interessanti sono descritte nelle sezioni del sito dedicata agli itinerari sulla giara ed ai beni storico-culturali.

Pagine correlate