Giardino Botanico Morisia

Oltre che per le peculiarità geologiche, archeologiche e faunistiche, l’ambiente della Giara di Gesturi riveste un grande interesse per la propria ricchezza botanica. Esteso su una superficie di quasi 2 ettari, il Giardino Morisia è situato in una delle aree più suggestive dell’altopiano e raccoglie la più grande parte delle specie arboree ed arbustive presenti in questo particolare ecosistema. Per essere precisi: secondo dati rilevati dalla Università di Cagliari nel 1986, il giardino presenta 350 essenze, ripartite in 203 generi e 67 famiglie. Tra queste, la Morisia monantha, paleoendemismo sardo-corso dal caratteristico fiore giallo, che dà nome al giardino.

La struttura è stata progettata e realizzata in un’area circoscritta e facilmente raggiungibile dai visitatori, nella quale le piante più importanti dell’altopiano crescono spontaneamente. La forma irregolare della sua planimetria deriva dall’andamento del percorso tracciato, studiato perché toccasse i luoghi dove le specie di maggiore interesse risultavano già presenti e si conservasse senza ulteriori interventi l’equilibrio naturale dell’area. Questi stessi criteri, indirizzati a ridurre l’impatto della struttura sull’ambiente, si mostrano anche nei materiali utilizzati per la sua realizzazione: pietre raccolte in loco, legno di sughera, attrezzature riciclate, ecc.

Il giardino botanico Morisia è aperto al pubblico tutto l’anno gratuitamente, ma il periodo migliore per una visita alla struttura è la primavera, poiché gran parte delle specie presenti hanno un ciclo vegetativo annuale, che termina solitamente tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate: è questo, per altro, il momento ideale per visitare l’intero Parco della Giara, che si mostra in piena fioritura, nella suggestione della propria ricchezza cromatica.