Gli speciali

Nel definire speciali i temi trattati in questa sezione del sito dedicato al Sic della Giara di Gesturi, non si vuole certo sottolineare la loro eccezionalità rispetto ai temi trattati in altre pagine dello stesso progetto. È senz’altro vero che molti degli elementi presenti nel territorio in questione, e che qui, in particolare, trovano l’occasione di essere raccontati, si presentano a significativa distanza da ciò che siamo abituati a considerare ordinario: la piccolezza dei cavalli selvatici caratteristici dell’altopiano così come la particolarità ambientale dei paùlis e la rarità delle specie animali e vegetali che vi si possono osservare; le tradizioni legate all’estrazione del sughero così come la stessa conformazione geomorfologica del vasto tavolato meritano certamente di essere considerati come altrettanti elementi straordinari nel panorama isolano. È anche vero, tuttavia, che gli stessi temi, e altri di non minore importanza, trovano spazio adeguato anche in altre sezioni del sito: uno spazio che lega la loro trattazione a quella dei temi a loro strettamente collegati, illuminandone, proprio grazie a tale legame, la specificità all’interno di un insieme che si vorrebbe organico.

Ciò che rende speciali i piccoli capitoli che arricchiscono questa sezione del sito è, invece, proprio il carattere a sé stante della loro trattazione, che si presenta in modo conchiuso e, piuttosto che rimandare ai molti temi affrontati altrove, si aggiunge a questi semplicemente, occupando un proprio spazio definito, facendo di ogni capitolo un masso erratico che, staccatosi dal contesto geologico da cui viene, si ritrova isolato, in un ambiente non suo, presentandosi all’insegna dell’inatteso e, appunto, dello speciale.

 

Approfondimenti

I cavallini della Giara (Equus caballus giarae), presenti da tempo immemorabile tra le sugherete e i paùli dell’al

I paùli ospitano, tra le altre, due specie arcaiche di crostacei, il Lepidurus apus lubbocki Brauere e il Triops cancriformis Schaff, immutati da 200 milioni di anni.

La quercia da sughero (Quercus suber ) vegeta naturalmente solo nella parte occidentale del Mediterraneo.

I paùli sono lievi depressioni del terreno nelle quali l’acqua piovana si raccoglie e si conserva per gran parte dell’anno; i principali sono circa una trentina e occupano una superficie di 120 ettari, pari a circa il 2 percento dell’intero territorio della Giara.

Pagine correlate