Strada Romana Bia de Carros

Il territorio comunale di Tuili è attraversato da una strada romana che si snoda per poco meno di 2 chilometri, con una larghezza di 4 metri, interrotta da altre strade e campi coltivati, fino ad arrivare al villaggio nuragico Nuridda, situato sull’altopiano della Giara. Sul tabulato la strada prosegue il proprio percorso costeggiando i paùlis, per giungere fino a Genoni, paese situato sul versante Nord della Giara, coprendo una distanza di circa 7 chilometri.

La strada, selciata, probabilmente risalente al I secolo d.C., costeggia alcuni siti di epoca nuragica; degna di nota è la presenza di due canalette con funzione di rotaia, ricavate nel selciato per evitare lo scivolamento trasversale delle ruote dei carri causato dall’inclinazione del tracciato. La Bia de Carros è ad oggi, nell’Isola, il tratto più lungo di strada romana selciata tra quelli che si sono conservati. In stato di abbandono dal 2012, vede il periodico intervento di un gruppo di volontari, che la rende accessibile ai visitatori eliminando la vegetazione che la ingombra.